Blog/Wiki

Coolest Projects 2016 - Dublino

 

Sabato 18 giugno 5 ninja del nostro dojo di Pavia si sono ritrovati a Dublino per un evento straordinario: i Coolest Projects!

Si tratta di un evento/competizione organizzato dalla CoderDojo Foundation, che mira a riunire ninja da tutto il mondo per un grande momento di condivisione di progetti: lo slogan è infatti "Reward creativity".

Quest'anno si sono trovati riuniti presso la Royal Dublin Society ben 700 progetti provenienti da tutta Europa.

L'evento era suddiviso per categorie: Scratch (giochi sviluppati con il più famoso strumento utilizzato nei CoderDojo), Website (siti/servizi in HTML),

Hardware (creazioni/invenzioni di ogni tipo), Evolution (mod/server per Minecraft ed altri ambienti di gioco).

I progetti erano numerosissimi ed incredibilmente creativi.

La cosa che più ci ha stupito erano i tanti progetti per migliorare situazioni di svantaggio sociale (es per aiutare i ciechi nell'identificare ostacoli, per comunicare a basso costo in nazioni sottosviluppate, per gestire le allerte in caso di allagamento della strada, per stampare etichette in braille....).

Parallelamente all'evento erano disponibili per i ragazzi laboratori di making, saldatura,

 droni,
e per i genitori/accompagnatori due sessioni in cui innovatori provenienti da vari ambiti raccontavano la propria esperienza.

Durante la mattinata ciascun progetto veniva valutato da almeno tre giudici,

che assegnavano un punteggio sulla base dell'esposizione, l'idea innovativa, il codice sottostante il progetto.

Da Pavia erano presenti due progetti: uno Scratch

e uno hardware basato su Arduino.

Il progetto Scratch, presentato da Alessandro (10 anni) e Matteo (8 anni) si chiama School Bananas ed è un videogioco divertente in cui Archimede chiede la classe frequentata e aiuta il giocatore ad allenarsi nelle 4 operazioni e nelle tabelline.

Il progetto Hardware si chiama Babyp ed è un sistema per incrementare la sicurezza in auto dei bambini da 0 a 4 anni.

 Il sistema Babyp si accorge se il bambino è seduto ma non ha le cinture agganciate ed avvisa i genitori con un segnale acustico.

 

 

E' stata un esperienza molto coinvolgente e sfidante per i ninja, sia nella fase preparatoria che nella fase di presentazione a Dublino.

 

Hanno lavorato in gruppo nei mesi precedenti l'evento durante gli eventi CoderDojo ma anche incontrandosi anche la di fuori di questi.

Una volta là hanno dovuto presentare il proprio lavoro in inglese,

spiegandolo più volte sia ai giudici (hanno avuto ben 5 giudici ciascuno in visita ai propri progetti),

sia ad altri bimbi/genitori che chiedevano informazioni.

Oltre alla dimensione internazionale i Coolest Projects sono stati l'occasione per rivedersi con i membri degli altri dojo provenienti da varie parti d'Italia (Allumiere, Milano, Modena, Sigillo, Verona ...) e non abbiamo potuto fare a meno di chiudere la giornata con un bel terzo tempo!